endodonzia
Overview
Per endodonzia si intende quel ramo dell’ odontoiatria che si occupa della cura della parte più profonda del dente (endodonto) in cui è contenuta la polpa, una zona ricca di nervi e vasi sanguigni.
Si ricorre alla terapia endodontica nel caso in cui la lesione cariosa o traumatica determini un’alterazione irreversibile del tessuto pulpare,fino alla sua necrosi.
L’endodonzia, terapia più comunemente nota come "devitalizzazione", consiste nella completa detersione, sagomatura e sigillatura di tutti i canali delle radici del dente al fine di isolarli da ulteriori attacchi batterici. Quali sono i fattori che determinano la qualità di una terapia endodontica?
  • L'isolamento del campo: il dente in cura viene isolato grazie all’utilizzo della diga, un foglio di lattice che crea un campo chirurgico sterile che evita la contaminazione con i batteri della saliva e protegge il paziente dall'accidentale ingestione didisinfettanti e piccoli strumenti utilizzati durante la terapia.
  • La sagomatura dei canali ai quali viene impressa una forma che ne consenta la detersione. 
  • La detersione: la completa rimozione di batteri e residui di polpa non più vitale presenti all’interno del dente.
  • La sigillatura dei canali che impedisce ai batteri di proliferare e produrre le tossine che causano lesioni periapicali, quali ascessi e granulomi.